It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

MS and Depression

Quest’estate ho realizzato che si avvicinava il decimo anniversario della mia diagnosi di SM. Nel momento in cui me ne sono resa conto, stavo attraversando una spirale discendente. Mi sentivo inutile. Mi sentivo paranoica, e credevo che alla mia famiglia non importasse nulla di me, che sarebbero stati meglio senza di me. Sono stata assalita da ogni sorta di pensieri irragionevoli e maniacali. La depressione può colpirti di soppiatto, afferrarti per il bavero e farti fare cose che non faresti mai.

Ma la cosa più importante in tutto questo era il fatto che ormai ne sapevo abbastanza da poter avvertire le persone che amo quando sentivo che la depressione stava per prendere il sopravvento.

Non molto tempo fa sono stata ricoverata in ospedale a causa di un’altra lesione che si stava formando sul lato destro del cervello. Sono rimasta lì finché la lesione non si è fermata, poi sono tornata a casa per iniziare il recupero. Durante questa esperienza, mi è tornata in mente una storia che qualcuno mi aveva raccontato una volta: era la storia di due migliori amiche, una delle quali un giorno era stata investita da un autobus mentre andava in bicicletta, a New York. Sebbene fosse sopravvissuta, la persona che è uscita dall’ospedale era completamente diversa da quella di prima dell’incidente. Le lesioni cerebrali traumatiche cambiano le persone. Salvare la loro amicizia è stato difficile, ma una vera amica rimane fedele anche alla sconosciuta irritabile e complicata, alla quale non piacciono più le stesse cose di prima.

Il mio medico una volta mi disse che le lesioni sulla colonna vertebrale erano l’equivalente di una lesione spinale traumatica. E che dire allora delle lesioni nel cervello? E delle nuove lesioni che si formano? Sono l’equivalente di una lesione cerebrale traumatica? Fin da quando ero giovanissima uno dei miei timori principali era quello di diventare paraplegica e poi tetraplegica: non avevo mai neppure considerato le lesioni cerebrali e la possibilità che cambiassero la mia personalità e il mio essere più profondo.

La National MS Society definisce la depressione come una condizione comunemente applicabile a un’ampia varietà di stati emotivi che vanno dal sentirsi giù per poche ore fino alla depressione clinica grave, che può durare diversi mesi. Anche questa definizione sembra piuttosto vaga.

In una rivista accademica è stato affermato che, nel corso della malattia, ben il 50% delle persone con sclerosi multipla sperimenterà “depressione clinica” e gravi cambiamenti dell’umore, che possono portare a pensieri suicidari. Scrivo di SM da dieci anni, e ritengo che questa percentuale sia conservativa, molto inferiore a quella specificata dalla National MS Society e da altre associazioni per la SM. Questo potrebbe essere dovuto al fatto che la “depressione clinica” è solo una delle tipologie di depressione biologica. Bisogna pensare alla depressione come delimitata da un range: in genere, il tipo “clinico” è considerato il più grave, che a detta di chi ne soffre è in grado di compromettere gravemente la qualità della vita. È una patologia grave, molto diversa da ciò che chiamiamo “depressione situazionale”.

Questo articolo parlava in particolare della depressione clinica causata dalla SM. Ho iniziato a perdermi nei dettagli scientifici, e per un po’ la paura ha preso il sopravvento. Poi mi sono seduta e ho lasciato vagare la mente: la speranza implicita nell’articolo mi ha colpito, e presto gli orribili termini scientifici sono svaniti. Quello che è rimasto è stato questo: è una malattia curabile. Conoscere i segni, esserne consapevoli e sapere quando informare le persone di cui ci si fida – oltre al medico, naturalmente – è fondamentale. I ricercatori hanno anche notato che negli Stati Uniti serve una maggiore consapevolezza delle tendenze suicide nei soggetti affetti da depressione clinica causata dalla SM. Questo mi ha solo fatto sentire più forte nello scrivere questo articolo. Living Like You non significa sempre vivere una vita senza ostacoli: significa avere la fiducia di poter superare tali ostacoli.

Sapevo cosa fare quando il mio umore passava da felice a gravemente depresso. Sapevo a chi dirlo. Sapevo di non potermi fidare dei miei pensieri. Conosci i tuoi cari, tienili vicini. Riconosci quando non puoi fare affidamento sulla tua mente. In questi casi i tuoi pensieri sono l’opposto di ciò che sarebbero normalmente, oppure ti spingono a fare l’opposto di ciò che faresti normalmente quando reagisci a una situazione? Fidati di qualcuno a te caro, e fidati del tuo medico.

È normale soffrire di depressione durante il decorso della SM, ma questa malattia è curabile con i farmaci e con la meditazione.

Con l’avanzare della SM hai notato un cambiamento nella tua personalità? Puoi contare su una rete di sostegno e su un protocollo se ti rendi conto che stai scivolando nella depressione, che non sei più te stesso e hai bisogno di aiuto? Io mi sono organizzata. E le cose mi stanno andando alla grande.

Curated Tags